La traviata

UNA “TRAVIATA” di sapore Cinematografico
“La Traviata” di Giuseppe Verdi andata in scena il 7 e 8 novembre 2015 è stata una produzione tutta interna al Teatro Goldoni, che ha realizzato il nuovo allestimento e progetto drammaturgico del capolavoro verdiano. La regia è stata realizzata dal giovane ed affermato regista piemontese Renato Bonajuto (che vanta già oltre 100 regie liriche), che con le scene di Sergio Seghettini, i costumi di Matteo Zambito e le luci di Franco Micieli ha mirato in particolare a restituire la modernità e l’attualità di questa straordinaria creazione del teatro di Verdi: “L’azione si è così spostata – ha spiegato il direttore artistico Alberto Paloscia – alla fine degli anni Sessanta del secolo scorso, ma senza tradire o violentare la scrittura musicale di Verdi e l’infallibile precisione del suo dettato drammaturgico. Una lettura di forte impatto e di chiaro sapore cinematografico (è stato facile cogliere nell’ambientazione allusioni a celebri capolavori quali Viale del tramonto di Wilder e La dolce vita di Fellini), attentissima a sottolineare i rapporti tra i personaggi e il contrasto tra il realismo dei primi due atti e la stralunata solitudine della protagonista del quadro finale”.
Una rilettura fresca e giovanile del grande capolavoro verdiano, che ha affascinare anche il pubblico più giovane in un Goldoni gremito in ogni ordine di posti per entrambe le recite.

N.B.: Per informazioni e dettagli sulla produzione: Ufficio Produzione tel. 0586 204218/204228

Mediagallery

Visita il Teatro Goldoni

Scopri i dettagli

Visita la Goldonetta

Scopri i dettagli