Teatro Goldoni - 19 dicembre 2017
Orario/i: 21

 

Prosa

MARITI E MOGLI

A.Artisti Associati, Pierfrancesco Pisani e ParmaConcerti
Monica Guerritore e Francesca Reggiani
in MARITI E MOGLI
tratto dall’omonimo film di Woody Allen
adattato e diretto da Monica Guerritore
con Ferdinando Maddaloni, Cristian Giammarini e con Enzo Curcurù, Lucilla Mininno, Malvina Ruggiano, Angelo Zampieri
scene Giovanni Licheri, Alida Cappellini
costumi Valter Azzini luci PaoIo Meglio

Durata dello spettacolo: 1 h e 45′ senza intervallo

Tratto dall’omonimo film del travolgente Woody Allen, martedì 19 dicembre alle ore 21 al Teatro Goldoni Monica Guerritore e Francesca Reggiani saranno protagoniste in “Mariti e mogli”, una commedia brillante, intelligente ed ironica, che ripropone in tutta la sua effervescenza gli argomenti preferiti dell’autore newyorkese: crisi coniugali e tradimenti, in un girotondo amoroso che coinvolge quattro coppie che improvvisamente si ritrovano insieme. Adattato e diretto da Monica Guerritore, “Mariti e mogli” si svolge, a differenza del celebre film del 1992 con Mia Farrow, Judy Davis e Sydney Pollack, in una notte piena di pioggia ed in un unico luogo che, con il passare delle ore, diventa una sala da ballo, una sala d’attesa, un ristorante. Un luogo della mente dove gli otto protagonisti (mariti, mogli, amanti…) si ritrovano, spiega la Guerritore, in un “girotondo di piccole anime che sempre insoddisfatte girano e girano intrappolate nell’insoddisfazione cronica di una banale vita borghese”.
Nelle simultaneità delle relazioni e degli intrecci clandestini, nelle rotture e nelle improvvise riconciliazioni, nei vagheggiamenti a volte comicissimi a volte paradossali, si percepiscono le “piccole altezze degli esseri umani”, così familiari a Bergman, a Strindberg. E, nel perdersi in danze all’unisono, su musiche bellissime da Louis Armstrong a Etta James, il tempo scivola via tra persone “che riflettono sulla presenza o l’assenza dell’amore, dialogando con il pubblico per svelare quello che sta accadendo nel loro mondo interiore”.
L’appuntamento, incluso nella stagione di prosa della Fondazione Goldoni (Turno unico), vede per la prima volta insieme due attrici molto diverse fra loro ma entrambe amatissime dal pubblico e complici sul palcoscenico come la Guerritore e la Reggiani (a cui si deve l’idea dello spettacolo) e con loro protagonisti i bravi Ferdinando Maddaloni e Cristian Giammarini, a cui si uniscono Enzo Curcurù, Lucilla Mininno, Malvina Ruggiano, Angelo Zampieri.
Un cast davvero eccezionale che si muove in un susseguirsi di emozioni nelle scene realizzate da Giovanni Licheri e Alida Cappellini, con i costumi realizzati da Valter Azzini e le luci di Paolo Meglio.
Lo spettacolo è prodotto da a.ArtistiAssociati in collaborazione con Pierfrancesco Pisani, Parmaconcerti.

File allegati

Mediagallery

Visita il Teatro Goldoni

Scopri i dettagli

Visita la Goldonetta

Scopri i dettagli