1/6 – UN BANCO ALL’OPERA: “Il turco in Italia”, 300 ragazzi a fianco di professionisti del canto per l’opera di Rossini

Venerdì 1 giugno, ore 20- Teatro Goldoni
Un banco all’Opera
IL TURCO IN ITALIA
Un omaggio al grande Gioachino Rossini di cui quest’anno ricorrono 150 anni dalla morte. Il Pesarese è l’autore più adatto ad avvicinare i bambini all’opera lirica essendo dotato di uno straordinario senso dell’umorismo che traduce in continue trovate musicali.
Un banco all’Opera, progetto multidisciplinare ideato da Paola Geri e Maria Grazia Piombanti è giunto alla sua 8° edizione.
Premiato nel 2015 dalla Fondazione Amiotti insieme ad altri 7 progetti di Didattica del Fare proposti da centinaia di scuole del territorio italiano, si è dimostrato un format vincente. Quest’anno, con Il Turco in Italia  il Circolo Carducci, l’editore Sillabe e il Teatro Goldoni hanno voluto rendere omaggio al grande Gioacchino Rossini di cui quest’anno ricorrono 150 anni dalla morte. Il Pesarese è l’autore più adatto ad avvicinare i bambini all’opera lirica essendo dotato di uno straordinario senso dell’umorismo che traduce in continue trovate musicali: trascinanti crescendo, frizzanti reiterazioni, dialoghi serrati tra gli strumenti che giocano la carta dell’allitterazione sonora e soprattutto perseguono il piacere del canto.
Quest’opera, una delle meno conosciute di Rossini – ma non per questo meno affascinante – ha consentito ai bambini ed alle bambine delle classi aderenti al progetto la partecipazione ad un percorso multidisciplinare che ha attraversato musica, geografia, educazione all’immagine, lingua italiana ed informatica; un viaggio che, come quello del Turco, li ha avvicinati alle meraviglie del nostro paese, meraviglie che troppe generazioni hanno sottovalutato.
L’intera impaginazione dello spettacolo (dai disegni sulle locandine ai programmi di sala, dalle scenografie ai costumi indossati dai bambini) è il reale frutto del lavoro dei giovanissimi studenti e  testimonianza delle competenze raggiunte mediante il lavoro svolto in classe dai docenti, convinti  che la reale sfida della scuola sia quella di riuscire riaccendere nelle nuove generazioni il desiderio di conoscenza e ridare agli  alunni la possibilità di organizzare in autonomia il proprio sapere.
Circa 300 ragazzi e ragazze dai 5 ai 14 anni  a fianco di professionisti del canto  (Alessandro Ceccarini nelle vesti del Turco Selim Damelec, Maria Salvini – Fiorilla -, Alessandro Martinello – Geronio – e Valeria Filippi – Zaida -, accompagnati al pianoforte dal M° Flavio Fiorini) si sono dati appuntamento sul palcoscenico del teatro Goldoni, che per il 3° anno consecutivo ha voluto appoggiare il progetto producendo lo spettacolo.
A fianco delle scuole e del Teatro, l’Editore Sillabe di Livorno, da sempre sostegno tecnico di Un Banco all’Opera ed in generale della diffusione della cultura artistica, letteraria e musicale ed il patrocinio del Comune di Livorno e della Regione Toscana. Il coordinamento del progetto è affidato alle ideatrici e all’ins. Angela Volandri.
Con i bambini e le bambine del Circolo Carducci, anche la sezione 5 anni della scuola dell’infanzia Piccole Onde, e le classi 1^ e 3^ della scuola secondaria Bartolena-Banditella. Alla direzione dei cori il M° Luciano Del Santo. Tecnico dell’orchestra digitale il M° Sergio Brunetti.
L’entusiasmo dei bambini e delle bambine, la risposta positiva delle famiglie, dei colleghi e delle colleghe  e della città tutta, incoraggiano a proseguire nella strada della sensibilizzazione delle giovani generazioni verso i linguaggi artistici, veri e propri semi di cultura e di autentico progresso umanistico.
Biglietti: euro 12 (ridotto euro 8). Orari Biglietteria Teatro: ma-gio 10-13, me-ve-sa 17-20.

Mediagallery

Visita il Teatro Goldoni

Scopri i dettagli

Visita la Goldonetta

Scopri i dettagli